Pubblicità
24 C
Firenze
23 C
Roma
Pubblicità

TOSCANA POLITICA

Pubblicità

FIRENZE

HomeFirenze CulturaCinema, l’attrice Charlotte Rampling all’Astra

Cinema, l’attrice Charlotte Rampling all’Astra

GAIAITALIA.COM FIRENZE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

L’attrice britannica Charlotte Rampling, musa di registi come Luchino Visconti, Liliana Cavani, Giuliano Montaldo, Woody Allen, François Ozon, sarà all’Astra (in piazza Beccaria a Firenze) insieme al regista Jonathan Nossiter per presentare in anteprima “Last words”, martedì 13 giugno alle 21.00, un film profetico che immagina la fine del mondo in cui la memoria e le emozioni sono affidate al cinema, grazie al ritrovamento di un archivio di pellicole.

Nella stessa giornata, alle 19.30, appuntamento per un incontro Masterclass con Rampling e Nossiter sempre all’Astra: un’ora con due grandi star del cinema, un dialogo a contatto con la storia della settima arte, incontro condotto da Marco Luceri (coordinatore del gruppo toscano del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani) e Michele Crocchiola (direttore della Fondazione Stensen). Per la Masterclass l’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria su eventbrite.it (prenotazioni da mercoledì 7 giugno alle 18.00) mentre i biglietti per “Last words” possono essere acquistati in prevendita su Liveticket.it.

Il film “Last Words” è ambientato nel 2086, quando l’Europa è diventata ormai un deserto, senza neanche più uno spazio verde. Gli ultimi sopravvissuti si alimentano con lattine di cibo in polvere. La cultura non esiste più: è rimasto solo qualche frammento di cinema proveniente da Bologna e alcuni resti dei templi ad Atene. Non c’è più socialità, le persone non si scambiano neppure una stretta di mano. In questo mondo desertico da ogni punto di vista, c’è ancora speranza? Sì, grazie alle risorse dell’immaginazione umana e a un giovane che intraprende un viaggio alla ricerca di altri superstiti rimasti.

 

(12 giugno 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Pubblicità

LEGGI ANCHE