Pubblicità
26.3 C
Firenze
26.1 C
Roma
Pubblicità

TOSCANA POLITICA

Pubblicità

FIRENZE

HomeMassa-CarraraMigranti, GeoBarents a Marina di Carrara con 196 persone a bordo, 60...

Migranti, GeoBarents a Marina di Carrara con 196 persone a bordo, 60 i minori  

GAIAITALIA.COM FIRENZE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram
Pubblicità

Sono 196, di cui ben 60 minori, i migranti sbarcati questa mattina a Marina di Carrara. E’ il nono attracco di una nave umanitaria in Toscana nel 2023, il quarto per lo scalo carrarese. I migranti erano stati soccorsi al largo della Tunisia. 47 i minori non accompagnati. Ad accogliere i migranti, anche una delegazione della Regione Toscana, guidata dalle assessore regionali Monia Monni (protezione civile) e Serena Spinelli (politiche sociali).

“Anche questa volta a causa della decisione del governo la nave è stata costretta a percorrere almeno mille km in più, aggiungendo almeno quattro giorni di navigazione” hanno evidenziato Monni e Spinelli. “Questa decisione – hanno poi detto le due assessore –  rappresenta una ulteriore tortura rispetto a quelle che questi migranti portavano sulla pelle”.

“Queste persone – ha sottolineato Monia Monni – vengono dalle carceri della Tunisia. Medici senza frontiere ci ha detto che hanno evidenti segni di torture, ci sono donne incinte con gravidanze a rischio, c’è un bimbo di due mesi, e un gran numero minori, anche non accompagnati: non si può gestire in questa maniera scandalosa l’accoglienza delle persone. Siamo ormai all’ennesimo sbarco in Toscana – ha aggiunto – e anche questo dimostra che non esiste nessuna emergenza, ma una situazione strutturale che va gestita in maniera strutturale e adeguata, cosa che il Governo non sta facendo. Anche per questo non abbiamo dato l’intesa al Governo per la gestione commissariale: le procedure più rapide servono a poco se non c’è un’idea organica sull’accoglienza”

“Lo sbarco di questa nave proveniente dalla Tunisia, e le condizioni drammatiche delle persone che sono state salvate, dimostrano che non è stipulando accordi con Paesi dove i diritti non sono rispettati che si possono gestire i flussi migratori” – osserva Serena Spinelli. “Occorre una riflessione su scala europea per una missione comune di soccorso in mare e per creare canali di accesso sicuri tramite i quali fare arrivare le persone. Senza continuare a imporre a chi viene salvato dalle ong giorni di navigazione in più. Anche in questa occasione – ha concluso Spinelli – sento il bisogno di ringraziare il mondo del volontariato, i servizi socio-sanitari territoriali, il Comune e la Prefettura  le forze dell’ordine, per la grande organizzazione ancora una volta messa in campo e per la grande collaborazione che tutti, nessuno escluso, sempre dimostrano. La Toscana, anche stavolta, ha risposto all’accoglienza con il suo volto migliore e con umanità”.

 

 

(7 luglio 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Firenze
nubi sparse
26.3 ° C
27.3 °
24.3 °
48 %
2.1kmh
40 %
Mer
26 °
Gio
24 °
Ven
25 °
Sab
29 °
Dom
31 °
PubblicitàMelluso SS24

LEGGI ANCHE