Pubblicità
9.7 C
Firenze
12.9 C
Roma
Pubblicità

TOSCANA POLITICA

Pubblicità

FIRENZE

HomeImmigratiIntegrazione migranti: la Regione cerca una proposta progettuale

Integrazione migranti: la Regione cerca una proposta progettuale

GAIAITALIA.COM FIRENZE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

E’ stata pubblicata la manifestazione di interesse con la quale la Regione Toscana si rivolge ai soggetti privati, da raggrupparsi in Ats, Associazioni temporanee di scopo, affinché presentino una proposta progettuale in merito alle azioni necessarie per favorire l’integrazione dei migranti.

La manifestazione di interesse ha l’obiettivo di individuare un partner della Regione Toscana per la presentazione di un progetto a valere sul Fondo Fami (Fondo Europeo Asilo Migrazione e Integrazione), Avviso pubblicato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione per la realizzazione di “Piani d’intervento regionali per l’integrazione dei cittadini di Paesi terzi”.
Il progetto sarà il frutto di un percorso di co -progettazione tra Regione Toscana, ARTI – Agenzia Regionale Toscana per l’impiego, CNR-IGSG, Anci Toscana, Enti locali partner, ed il soggetto privato individuato attraverso la manifestazione di interesse.

La Regione Toscana intende presentare una proposta progettuale con l’obiettivo di promuovere l’accesso dei cittadini di paesi terzi (in particolare giovani e donne) ai servizi pubblici integrati territoriali al fine di facilitare l’emersione di specifici fabbisogni e promuovere percorsi di autonomia personale. Rafforzare la rete di servizi integrati sociale-lavoro e sperimentare modalità innovative di coinvolgimento degli stakeholders nella rilevazione dei fabbisogni del mercato del lavoro locale, rafforzare e valorizzare le competenze personali dei cittadini di Paesi Terzi, offrire strumenti di conciliazione vita-lavoro, valorizzare le reti locali per la promozione di interventi di contrasto alla povertà educativa e promuovere l’accesso dei cittadini attraverso il dialogo interculturale, la promozione della partecipazione attiva dei cittadini migranti alla vita economica, sociale e culturale e il coinvolgimento dell’associazionismo straniero.

 

 

(21 febbraio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 





 

 

 

 

 



Pubblicità

LEGGI ANCHE