Home / notizie / Otto milioni di euro per ciclabili e ciclopista sull’Arno

Otto milioni di euro per ciclabili e ciclopista sull’Arno

di Gaiaitalia.com, #Firenze

 

 

Più di otto milioni di euro per assicurare una mobilità alternativa ed una Toscana più “sostenibile”, e fare pedalare la Toscana che, direttamente con fondi regionali, destina ulteriori risorse alla sfida della bici. Denari che serviranno a completare fino al 90% della ciclopista dell’Arno, qualcosa come 404 chilometri di pista ciclabile che va dal Casentino a Marina di Pisa e sfiorerà 40 stazioni tra ferrovia, terminal bus, incrociando altri percorsi ciclabili.

L’annuncio è dell’assessore ai trasporti della Regione e di quello alla mobilità di Palazzo Vecchio, Giorgetti, felici di annunciare alla città iniziative per forme di mobilità alternativa. Saranno esattamente 8.437.500 euro i fondi che verranno stanziati per sei progetti, cinque per la pista dell’Arno cui vengono dati 7.187.500 euro e quindi i progetti di San Miniato, Empoli, Cascina, Pisa e della provincia di Arezzo.




(17 settembre 2017)

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata



Comments

comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Livorno devastata dal maltempo: sette morti e un disperso

di G.G., #Livorno     Sei morti per il maltempo e Livorno devastata. Il sindaco chiede lo stato di calamità e l’ottiene. Una famiglia morta in uno scantinato invaso dall’acqua. E’ il tragico bilancio di una nottata di maltempo a Livorno, flagellato da violente piogge e temporali durante la notte che ha visto rovesciarsi sulla città toscana 250mm di pioggia che hanno causato l’esondazione del Rio Maggiore. Il Sindaco: “La città è devastata”. (10 settembre 2017) ©gaiaitalia.com 2017 – diritti ...

Ad Arezzo niente psicologi in classe senza il consenso dei genitori

di Gaiaitalia.com, #Arezzo   La storia risale a qualche tempo fa. Una psicologa era stata autorizzata dal direttore a stare in classe con gli allievi della scuola elementare per esaminarne il comportamento e scrivere una relazione, in particolare su un ragazzino considerato troppo “vivace”, senza che i genitori ne fossero stati informati. La presenza della psicologa era stata richiesta da due insegnanti. La famiglia del ragazzini “vivace” avevano fatto causa: “violenza privata” non configurabile, aveva deciso il Gup di Arezzo, ...

Anselm Kiefer a Pistoia. Libri tra i libri. Fino al 25 novembre

di Gaiaitalia.com, #Pistoia   Dopo l’apertura dell’8 settembre, sarà visibile alla Biblioteca San Giorgio di Pistoia, e fino al 25 novembre, la mostra Anselm Kiefer a Pistoia. Libri tra i libri, che corona il rapporto iniziato dieci anni fa tra l’artista tedesco e la città Capitale Italiana della Cultura 2017. Dal 2007, infatti, la biblioteca cittadina ospita l’opera “Die Grosse Fracht” (Il Grande Carico), un pannello in piombo fuso e argilla di 490×690 cm realizzato da Kiefer appositamente per la ...

Due turiste americano accusano due carabinieri di violenza sessuale

di Gaiaitalia.com, #Firenze     Accusano due carabinieri di averle violentate. I fatti sarebbero accaduti a Firenze, secondo quanto raccontato da due studentesse americane poco più che ventenni che, a loro dire, avrebbero conosciuto i due carabinieri nella zona di piazzale Michelangelo dove con altri colleghi erano intervenuti per sedare un’accesa discussione tra avventori di una discoteca. Secondo il racconto delle ragazze, racconto che secondo gli inquirenti presenta numerose incongruenze, i due carabinieri accusati le avrebbero accompagnate a casa sulla ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi