Home / Livorno / Andrea Romano: il ministro Toninelli blocca lo sviluppo del porto di Livorno

Andrea Romano: il ministro Toninelli blocca lo sviluppo del porto di Livorno

di G.G. #Livorno twitter@firenzenewsgaia #Politica

 

“Da mesi la portualità italiana è abbandonata dal ministro Toninelli, che si disinteressa completamente della necessaria regia politica che dovrebbe venire dal governo”. Lo ha affermato Andrea Romano, deputato livornese del Partito Democratico, intervenendo nei giorni scorsi in aula alla Camera dei Deputati con una interpellanza sul porto di Livorno, il cosiddetto “scavalco ferroviario” e il progetto della Darsena Europa.

“Un settore  così strategico per la nostra economia che da mesi è stato lasciato nel più completo abbandono da parte di un ministro che impiega le proprie energie per salvarsi la poltrona e da un governo che evidentemente non è a conoscenza del fatto che l’Italia è una nazione che vive da sempre di portualità, di traffici commerciali veicolati attraverso i porti, di lavoro e imprenditoria che nei porti e intorno ai porti vivono, investono e rischiano” ha proseguito Romano, che si è concentrato soprattutto sul progetto di Darsena Europa: il nuovo terminal container che dovrebbe dare al porto di Livorno espansione e sviluppo. Romano ha sottolineato come la Darsena Europa sia già “solidamente incardinata nella programmazione infrastrutturale del paese, abbia già superato un profondo processo di project review nel 2017 di concerto con l’allora ministro Delrio, possa già contare sull’avvio della progettazione delle opere marittime di protezione e dei dragaggi necessari e sia oggetto di proposte di project financing da parte di importanti investitori internazionali”.

A fronte di tutto questo, e della presenza di finanziamenti già stanziati dalla Regione Toscana, dal Cipe e dall’Autorità Portuale dell’Alto Tirreno, “resta da capire se il Governo Conte intenda o non intenda confermare gli impegni di spesa già avviati dai governi precedenti per destinare le risorse di finanza pubblica aggiuntive necessarie, in tutto o in parte, alla realizzazione della Darsena Europa: un’opera assolutamente fondamentale per Livorno, per il sistema portuale tirrenico e italiano e sul quale non possono ripetersi i ritardi e gli ostacoli mostrati dal Governo Conte e dal ministro Toninelli sulla gestione della portualità italiana e in generale nella promozione delle infrastrutture indispensabili allo sviluppo economico italiano”.

 

(2 agosto 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 




Comments

comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Comunicato stampa del PD di Livorno sullo sgombero di Torre della Cigna: “Servono tempo e soluzioni condivise”

di Redazione #Livorno twitter@firenzenewsgaia #Politica   Riceviamo e pubblichiamo integralmente di seguito il comunicato stampa ...

Firenze, sventato furto di Ferragosto in appartamento

di Redazione #Firenze twitter@firenzenenewsgaia #Cronaca   La Polizia di Stato ha sventato un colpo in ...

Firenze. Due milioni e mezzo per la cura degli edifici e monumenti cittadini

di Redazione #Firenze twitter@firenzenewsgaia #Arte   Al via qualche giorno fa la manutenzione delle facciate ...

Via libera agli impianti sportivi di Cerchiaia (Siena)

di Redazione #Siena twitter@firenzenewsgaia #Sport   La giunta comunale ha dato il via libera al ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi