Viareggio celebra Galileo Chini

Altri articoli

CONDIVIDI

di Redazione Cultura

Nel giorno del compleanno di Galileo Chini, il 2 dicembre, Viareggio riceve un gradito riconoscimento, il “Best Liberty City” arrivato alla sua settima edizione, che verrà consegnato all’assessore Sandra Mei dall’Istituzione Italia Liberty presieduta dal professor Andrea Speziali.

L’Amministrazione comunale ha voluto sottolineare l’importanza dell’Art Nouveau e Dèco, con una serie di iniziative che partono il 2 dicembre alle 17 alla Gamc con il convegno di studi “Giacomo Puccini e Galileo Chini: un incontro a Viareggio” a cura dell’ Archivio Galileo Chini. Seguirà momento musicale con gli artisti del Festival Puccini.

Doppio appuntamento invece per sabato 3 dicembre: il primo è alle 10.30 con la Passeggiata Liberty sulle note di Giacomo Puccini in collaborazione con l’associazione culturale Ville Borbone e Dimore Storiche della Versilia. La partenza è dalla zattera (punto informazioni turistiche della Passeggiata) per la durata circa un’ora e mezzo. La partecipazione è gratuita ma è necessaria la prenotazione che può essere fatta inviando una mail all’indirizzo info@associazionevilleversilia.com.

Mentre alle 17 a Villa Paolina è in programma il taglio del nastro della mostra “Valentina Sacchelli: sulle orme di Galileo Chini”, a cura della Galleria Boite en Valise Arte di Lucca, con il patrocinio del Comune di Viareggio.

L’esposizione resterà allestita dal 4 al 31 dicembre e sarà visitabile, a ingresso libero, tutti i giorni, negli orari di apertura della Villa: dal mercoledì al sabato dalle 15.30 alle 19.30, la domenica dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 19.30.

Si tratta della prima esposizione personale dell’artista Valentina Sacchelli: la giovane pittrice, nei suoi lavori, ha seguito la naturale attitudine per la produzione di un’arte che è figlia delle suggestioni liberty e déco dei primi del Novecento presenti nel territorio versiliese, da lei abitato fin dall’infanzia. La storica dell’arte Irene Parentini, che della mostra cura l’allestimento, ha colto in pieno il messaggio della giovane artista sin dal suo esordio nel mondo dell’arte e, in quest’occasione, lo descrive al pubblico con grande abilità, in un itinerario tematico ricco di confronti e narrazioni, adatto a tutti.

Una mostra capace di coinvolgere il visitatore in un percorso immersivo nella Viareggio di ieri e allo stesso tempo, di oggi; in grado di aggiornare la consueta visione dei palazzi e dei negozi in stile liberty, parte identitaria di una città che, nei decenni, non ha mai smesso di essere meta di artisti e intellettuali.

 

(1 dicembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 


Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: