Home / cultura / “Socrate il Soparvvissuto” #Inscena il 6 febbraio al Teatro dei Rozzi

“Socrate il Soparvvissuto” #Inscena il 6 febbraio al Teatro dei Rozzi

di Redazione #Siena twitter@gaiaitaliacomlo #Cultura

 

 

Con Socrate il sopravvissuto, in scena al Teatro dei Rozzi, mercoledì 6 febbraio alle 21.15, la compagnia teatrale Anacoor porta il pubblico all’interno di una classe, in una scuola come tante, seguendo alcune pagine del romanzo di Antonio Scurati, Il Sopravvisuto, e assumendo il punto di vista di chi si rapporta con i giovani come educatore.

Lo spettacolo diretto da Simone Derai, che insieme a Patrizia Vercesi ha curato la drammaturgia, ha come interpreti Marco Menegoni, Iohanna Benvegna, Marco Ciccullo, Matteo D’Amore, Piero Ramella, Margherita Sartor, Massimo Simonetto, Mariagioia Ubaldi, Francesca Scapinello, Viviana Callegari e Eliza Oanca. L’accurata essenzialità della scenografia, le maschere di Silvia Bragagnolo, i costumi di Serena Bussolaro, le musiche di Mauro Martinuz e i video di Giulio Favotto, contribuiscono ad un apparato scenico insolito e coinvolgente. Una produzione Anagoor 2016 / Festival delle Colline Torinesi / Centrale Files realizzato con il sostegno del bando ORA! della Compagnia di San Paolo.

La rappresentazione non è un adattamento teatrale del romanzo di Scurati ma, prende alcune delle pagine più emblematiche del libro e le intreccia ad altre vicende, ad altre parole, ad altre dimensioni temporali, così lontane eppure così terribilmente contemporanee.

Tra le ore che precedono la morte di Socrate (foto di Giulio Favotto), così come le racconta Platone nel Fedone, e l’ora in cui lo studente Vitaliano Caccia massacra a colpi di pistola l’intera commissione della maturità, lasciando in vita solo l’insegnante di storia e filosofia, si consuma una vera o propria battaglia al pensiero occidentale, dalle sue origini alla drammatica attualità.

Leone d’Argento per la Biennale Teatro di Venezia 2018, Anagoor è nota in Italia e all’estero per il suo innovativo linguaggio teatrale, che riesce a coniugare l’insegnamento svolto all’interno delle scuole con l’apprendimento della cultura, rielaborando i testi e aggiungendo riferimenti formativi, che attingono ora all’attualità ora all’esperienza culturale, riesce a creare opere totalmente inedite.

Sempre il 6  febbraio alle ore 11, al Teatro dei Rozzi, si effettuerà una Matinée dedicata alle scuole. Informazioni: www.comune.siena.it | 057746960.

 

 





 

(1 febbraio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 


 

Comments

comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

L’Africa racconta se stessa e l’Italia al Festival Kibaka di Firenze, VI Edizione

di Redazione #Firenze twitter@gaiaitaliacomlo #Cultura   Si ride, si piange, si riflette, e si impara ...

“Verso un’infanzia felice”,  sabato 16 febbraio 2019 ore 17:00 Sala della Fondazione Biblioteche Cassa di Risparmio di Firenze

di Redazione #Firenze twitter@gaiaitaliacomlo #Cultura   In occasione della presentazione dell’ultimo lavoro di Antonella Questa ...

Viareggio, quattro isole ecologiche sul percorso carnevalesco

di Redazione #Viareggio twitter@gaiaitaliacomlo #Carnevale   Un messaggio forte, per la salvaguardia del pianeta e ...

Ordinanza del Comune di Arezzo per il Carnevale in sicurezza

di Redazione #Arezzo twitter@gaiaitaliacomlo #Carnevale     In occasione delle manifestazioni legate al carnevale, sia ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi