Home / Cronaca Toscana / Al via il recupero della Fortezza da Basso con le risorse del Patto per Firenze

Al via il recupero della Fortezza da Basso con le risorse del Patto per Firenze

di Redazione #Firenze twitter@gaiaitaliacomlo #Cultura

 

 

Al via il restauro e la valorizzazione della Fortezza da Basso. La giunta ha approvato il progetto esecutivo del primo lotto di lavori, pari a 2 milioni di euro. Le risorse derivano dal Patto per Firenze, siglato dal sindaco Dario Nardella con l’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi nel novembre 2016. L’intervento riguarda il restauro e la valorizzazione delle cortine murarie esterne comprese tra il bastione Rastriglia, il bastione Bellavista e la porta Alla Campagna, sul lato del parcheggio di piazzale Montelungo.

I lavori prevedono il restauro conservativo dei paramenti esterni oltre ad alcuni interventi di messa in sicurezza delle aree a queste afferenti e gli approfondimenti archeologici necessari per avviare la valorizzazione di parte dei camminamenti e delle gallerie di contromina alla base dei bastioni. Il piano di recupero, infatti, prevede l’avvio di percorsi e itinerari di fruizione pubblica che saranno sperimentati a partire dal cantiere. I lavori dureranno poco meno di un anno e inizieranno a fine estate. L’importo totale dei lavori di recupero della Fortezza, approvato a dicembre 2016, è di 142 milioni di euro, da finanziare in parte con i contributi della Camera di Commercio, in parte con la risorse del Patto e in parte con risorse proprie. Per quanto riguarda il Patto per Firenze, attiva interventi per 680 milioni da destinare a una serie di interventi, dalle tramvie alla valorizzazione della Fortezza da Basso, dalla rimozione dell’amianto dall’Isis da Vinci alle piste ciclabili all’ampliamento del museo di Santa Maria Novella.

“Finalmente – ha dichiarato il sindaco Dario Nardella – partiamo con la valorizzazione di questo importante monumento cittadino, collocato strategicamente nel centro storico e ben collegato alla stazione centrale e tra pochi mesi alla tramvia. Un vero e proprio gioiello, sede ideale di mostre e congressi e grandi kermesse come Pitti Uomo. Un lavoro congiunto come questo – ha aggiunto il sindaco – dimostra che la collaborazione istituzionale è fondamentale per raggiungere obiettivi condivisi nell’interesse della città. La Fortezza è un’altra di quelle opere strategiche per Firenze e per la vita dei cittadini attesa da molto tempo e finalmente sbloccata”.

 




 

(6 giugno 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

Comments

comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Comunicato stampa del PD Federazione Val di Cornia-Elba

di Redazione #Piombino twitter@gaiaitaliacomlo #politica     Riceviamo in redazione il comunicato stampa del circolo ...

Tanti gli eventi per sensibilizzare e informare sui temi LGBTQIA+*

di Redazione #ToscanaPride twitter@gaiaitaliacomlo #lgbtq       Mancano solo due settimane al Toscana Pride. ...

Mostra Mattiacci a Firenze: 3500 spettatori in due giorni. Mostra aperta fino al 14 novembre

di Redazione #Firenze twitter@gaiaitaliacomlo #mattiacci       Sono stati circa 3500 i visitatori dei ...

Vandali distruggono testa di un putto in piazza Demidoff. Danni per circa 20 mila euro

di Redazione #Firenze twitter@gaiaitaliacomlo #Vandalismo     La testa di un putto di una delle ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi