Home / L'Opinione / I 5Stelle del salto a destra perché “delusi e lasciati soli” ingrossano le file dell’incompetenza

I 5Stelle del salto a destra perché “delusi e lasciati soli” ingrossano le file dell’incompetenza

di G.G. #Lopinione twitter@gaiaitaliacomlo #Politica

 

Eccoli i delusi dal M5S, quelli che presi dalla disperazione del vedere il loro disegno – quale? – fallire miseramente (come merita), attanagliati dallo sconforto scelgono di andare a destra. E quale partito scelgono? Quello più moderato dell’Uomo di Arcore che si ricandida in Europa per “responsabilità” [sic]? No. Scelgono la destra inconcludente ed erede sulla carta di Alleanza Nazionale; scelgono Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia; scelgono quella destra intollerante alla quale in fondo appartenevano da sempre. Basti vedere chi sono i fondatori e chi è l’attuale capetto politico del Movimento.

E sproloquiano, come fanno da sempre, sulla parola cambiamento. In nessun altro paese si utilizza tanto a sroposito la parola “cambiamento” che, solo in Italia, assume significati di restaurazione e peggioramento certo delle condizioni precedenti all’insediamento delle cosiddette forze di cambiamento.

In tutta questa storia non c’è certo rimpianto da parte nostra. C’è soltanto l’osservazione che da Firenze sembra partire quella disgregazione del M5S che vede in fuga verso destra e verso sinistra i suoi esponenti disposti a tutto, proprio come prima, pur di accaparrarsi una poltrona in nome, naturalmente, del cambiamento. Pochi sono i commenti possibili. E tutti superflui.

Tuttavia non costa nulla dire, né costerebbe tacerlo, che la diaspora pentastellata che vede i suoi ex-esponenti sparpagliarsi tra destra e sinistra, contribuirà ulteriormente all’abbassamento del livello della classe politica dello stivale del quale non si sentiva certo la mancanza. Vero è che al peggio non c’è mai fine, ma trovarsi a dover rimpiangere il livello culturale e politico dei componenti il pentapartito di Craxi-Andreotti-Forlani è davvero troppo.

 




 

(17 gennaio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 


 

Comments

comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

L’Africa racconta se stessa e l’Italia al Festival Kibaka di Firenze, VI Edizione

di Redazione #Firenze twitter@gaiaitaliacomlo #Cultura   Si ride, si piange, si riflette, e si impara ...

“Verso un’infanzia felice”,  sabato 16 febbraio 2019 ore 17:00 Sala della Fondazione Biblioteche Cassa di Risparmio di Firenze

di Redazione #Firenze twitter@gaiaitaliacomlo #Cultura   In occasione della presentazione dell’ultimo lavoro di Antonella Questa ...

Viareggio, quattro isole ecologiche sul percorso carnevalesco

di Redazione #Viareggio twitter@gaiaitaliacomlo #Carnevale   Un messaggio forte, per la salvaguardia del pianeta e ...

Aperti i nuovi servizi museali di Palazzo Vecchio

di Redazione #Firenze twitter@gaiaitaliacomlo #Musei   Nuovi servizi museali, nuovi spazi di accoglienza come il ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi