Pubblicità
24 C
Firenze
23 C
Roma
Pubblicità

TOSCANA POLITICA

Pubblicità

FIRENZE

HomenotizieProtezione civile, presentato a Pistoia ospedale da campo per maxi emergenze

Protezione civile, presentato a Pistoia ospedale da campo per maxi emergenze

GAIAITALIA.COM FIRENZE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Un ospedale da campo da impiegare nelle maxi emergenze che rappresenta un’eccellenza in ambito nazionale e internazionale La struttura è stata visitata questa mattina dal capo Dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio, con il presidente Eugenio Giani, l’assessore Simone Bezzini e il presidente del gruppo Chirurgia d’urgenza Federico Filidei.

Il progetto per la realizzazione all’interno della Colonna Mobile della Protezione Civile Regionale di un modulo sanitario regionale EMT2 nasce dalla partnership tra il Dipartimento della Protezione civile, la Regione Toscana e il GCU – Gruppo Chirurgia d’urgenza – in risposta al bando della Commissione Europea – Direzione generale per la protezione civile e le operazioni di aiuto umanitario europee (DG-ECHO) per il cofinanziamento dei costi di adattamento del posto medico avanzato con chirurgia in un modulo sanitario di secondo livello da impiegare nelle maxi emergenze, in base ai criteri stabiliti dal Meccanismo europeo di protezione civile.

Il progetto, avviato a giugno dello scorso anno, ha la durata complessiva di 24 mesi, con la conclusione prevista nel giugno 2024.

In sostanza EMT2 si tratta di una struttura composta da 17 tende 12 delle quali destinate alle attività sanitarie e 5 a locali di servizio (cucina, ristoro, riposo, magazzino etc.) Nella parte sanitaria, fra l’altro, è presente una sala operatoria, area traumatologica, sala parto, area  diagnostica per immagini e di laboratorio, area traumatologica, primo soccorso dove operano Medici specialisti in Anestesia e Rianimazione, Chirurghi, Ortopedici, Ginecologhi, oltre a Ostetrici ed Infermieri di Area Critica e di Sala Operatoria. La struttura è anche dotata di un reparto di ricovero fino a 20 pazienti non da terapia intensiva.

Come EMT2 la struttura dovrà garantire tra le altre cose:

  • disponibilità alla partenza entro 48-72 ore dall’attivazione e operatività sul posto entro 24-96 ore; capacità operativa per almeno 3 settimane al di fuori dell’Unione e 14 giorni all’interno dell’Unione;
  • autosufficienza per tutta la durata della missione;
  • operatività h24 e 7 giorni su 7;
  • area ambulatoriale e trattamento per pazienti critici;
  • un’area materno infantile;
  • sala operatoria con 20 letti di degenza; radiologia, ortopedia, riabilitazione, valutazione rapida dei pazienti in caso di afflusso massiccio. 

All’interno del presidio opererà un team medico-chirurgico altamente specializzato, composto da personale del GCU e volontari del sistema di protezione civile regionale per un totale di circa 60/70 persone tra medici, infermieri e logisti.

 

 

(10 giugno 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

LEGGI ANCHE