Respinto dal Consiglio di Stato l’appello contro il calendario venatorio toscano

Altri articoli

CONDIVIDI

di Redazione Firenze

Il Consiglio di Stato il 5 dicembre ha respinto l’appello cautelare proposto dalle Associazioni ambientaliste e animaliste (Lipu Birdlife, Wwf, E.N.P.A, Lav, Lac) contro il calendario venatorio regionale toscano per i tempi di prelievo di alcune specie di uccelli migratori (tordo sassello, tordo bottaccio, cesena, beccaccino, beccaccia, frullino, folaga, gallinella d’acqua, porciglione, alzavola, marzaiola, fischione, codone, canapiglia, germano reale, mestolone).

Già il Tar della Toscana, a ottobre, aveva respinto la richiesta di sospensione del calendario proposta dalle stesse associazioni.

Il Consiglio di Stato, sollecitato dalle Associazioni a esprimersi, ha ribadito la bontà del calendario venatorio regionale toscano, ritenuta l’insussistenza dei presupposti per l’accoglimento dell’appello cautelare, anche alla luce dei profili di carattere processuale sollevati dalle parti appellate.

 

(5 dicembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: