Home / altre città / Firenze, Ravenna e Verona unite per dodici mesi nel nome di Dante

Firenze, Ravenna e Verona unite per dodici mesi nel nome di Dante

di Redazione #Firenze twitter@gaiaitaliacomlo #Dante

 

 

Tre città in una nel nome di Dante: Firenze, Verona e Ravenna unite in vista dei settecento anni dalla morte del Sommo Poeta, nel 2021.

Il 19 settembre scorso i sindaci Dario Nardella, Federico Sboarina e Michele De Pascale si sono incontrati a Palazzo Vecchio per iniziare a programmare un calendario di iniziative condivise e per dar vita a uno staff tecnico che in poche settimane possa produrre una prima bozza da sottoporre al ministro per i beni culturali Alberto Bonisoli.

Firenze, Ravenna e Verona sono infatti le tre città dove Dante Alighieri nacque, visse e morì.

La ricorrenza sarà l’occasione per accendere i riflettori internazionali sulla cultura italiana, ma anche una opportunità di conoscenza e valorizzazione dei territori e delle comunità in cui persiste la memoria dantesca. Tra le idee che saranno strutturate nelle prossime settimane quella di tre mostre connesse tra le città, il coinvolgimento delle scuole e del ministero dell’Istruzione, nonché quello del mondo sportivo, l’idea di un lungo anno di celebrazioni, dal 4 settembre 2020 al 4 settembre 2021.

“Dante è patrimonio non solo di Firenze ma del mondo intero – ha dichiarato il sindaco Nardella – e per questo vogliamo fin da adesso condividere un progetto di celebrazioni condiviso e di altissimo livello. Dato che le tre città sono tutte patrimonio Unesco, sarebbe auspicabile presentare le iniziative a Parigi, proprio presso la sede dell’Unesco, per rilanciare Dante anche sotto questa ottica”. “Non dimentichiamo inoltre – ha aggiunto – il grande appeal che Dante ha in tutto il mondo: potremmo pensare a pacchetti pensati per il turismo internazionale. A questo proposito mi piacerebbe rilanciare la vecchia ferrovia Firenze-Ravenna, che potrebbe diventare la linea del ‘Treno di Dante’”.

Per il Comune di Firenze erano presenti all’incontro anche l’assessore alle tradizioni popolari Andrea vannucci e il caposegreteria cultura del sindaco Tommaso Sacchi.

 




 

(20 settembre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

Comments

comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Livorno, il candidato sindaco Luca Salvetti sulle Secche del Meloria

di Redazione #Livorno twitter@firenzegaiaital #Politica     Pubblichiamo di seguito un comunicato stampa del candidato ...

Firenze: “L’Uomo della Pioggia” è tornato a casa

di Redazione #Firenze twitter@firenzegaiaital #Cultura   La statua di Jean-Michel Folon ‘L’uomo della pioggia’ è ...

Emma Bonino lancia la lista + Europa

di Giovanna Di Rosa #Politica twitter@firenzegaiaital #Firenze   “Una lista che scommette sull’Europa”. Sono le ...

“Bella Vita” #Inscena al Teatro dei Rozzi il 12 aprile

di Redazione #Siena twitter@firenzegaiaital #Teatro   Per la sezione “Siena Teatro”, il 12 aprile alle ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi