Home / altre città / Arcigay Arezzo celebra il Coming Out Day: “Uscire dall’invisibilità è la prima conquista”

Arcigay Arezzo celebra il Coming Out Day: “Uscire dall’invisibilità è la prima conquista”

di Gaiaitalia.com, #Arezzo

 

 

Una campagna affissioni di tremila manifesti in 28 città italiane e dei video con i racconti del giorno del proprio coming out: questa la campagna promossa dalla Rete Giovani di Arcigay in occasione del Coming out Day (11 ottobre) la dal titolo #HoQualcosaDaDirvi.

Il coming out è quel momento nella vita delle persone gay, lesbiche, bisessuali e trans in cui rivelano – agli amici, alla famiglia, nell’ambiente scolastico o di lavoro – il proprio orientamento sessuale o la propria identità di genere, letteralmente significa “uscire dal nascondiglio”. Con la ricorrenza internazionale del Coming Out Day si vuole incoraggiare le persone lgbti ad uscire allo scoperto e a vivere la propria vita apertamente con coscienza e consapevolezza.

Nella campagna, oltre ai manifesti, una ventina di volontari e volontarie di Arcigay Torino si sono messi in gioco per la realizzazione di brevi video in cui parlano del proprio coming out. I video sono visibili sul canale Youtube raccolti all’interno di una playlist nella pagina https://www.arcigay.it/comingoutday/. “L’invito – spiega Shamar Droghetti, coordinatore della Rete Giovani di Arcigay –  è quello a fare altrettanto: chiunque abbia voglia di celebrare il Coming Out Day può girare un video da pubblicare sui social, con l’hashtag #HoQualcosaDaDirvi, per raccontare la propria esperienza, per immaginare come vorrebbe che fosse o addirittura per fare il proprio coming out”.

Arcigay Arezzo Chimera Arcobaleno ha affisso circa 100 manifesti nel territorio del capoluogo a sostegno a tutte le persone lgbt che ancora non trovano la forza o il coraggio di fare coming out: “a quelle persone diciamo che la visibilità è la prima conquista e che l’invisibilità è un effetto più o meno consapevole della vergogna che il nostro mondo, in cui l’eterosessualità si dà per scontata, inietta nelle persone che invece eterosessuali non sono. Il coming out è una liberazione e per molti e molte che oggi lo guardano a posteriori, è un ricordo straordinario, una rinascita che vale la pena.




(11 ottobre 2017)

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

Comments

comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Il 20 maggio a Siena, Fabrizio Silei presenta “Trappola per VolpI”

di Redazione #Siena twitter@firenzenewsgaia #Cultura   Lunedì prossimo 20 maggio alle ore 17,30 Fabrizio Silei ...

Iniziativa sull’Europa del PD Val di Cornia

di Redazione #Politica twitter@firenzenewsgaia #Europa   Il prossimo 26 maggio saremo chiamati alle urne ad ...

Walter Veltroni a Livorno il 16 maggio

di Redazione #Livorno twitter@firenzenewsgaia #Politica   Il politico del Pd sarà giovedì 16 al circolo ...

Firenze, riapre Forte Belvedere con due nuove mostre

di Redazione #Firenze twitter@firenzenewsgaia #Arte   Dal 2014 il Forte di Belvedere ha accolto oltre ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi